JSN imageshow principale

Rifiuti e dintorni

Cosa c'entra il Comitato Bosco con l'inceneritori e rifiuti ?


Questa è la domanda che alcuni ci hanno fatto alcuni (spesso gli stessi che quattro anni fa ci dicevano, ma cosa vi interessate della Bretella, tanto ....)  a seguito degli ultimi comunicati del Settembre 2012.

La gestione dei rifiuti è un problema che impatto sul territorio tanto quanto la Bretella, e impatta sul territorio vicino alle nostre case. Scandiano ospita la discarica, ormai piena di San Ruffino, e i camion per il trasporto dei rifiuti hanno fatto avanti e indietro per diversi anni, il pattume è ancora là. l fossi inquinati nonostante le norme e le leggi, il pattume difianco ai cassonetti ribaltati, i disguidi nella raccolta; questi sono argomenti che toccano il territorio ed i cittadini e pertanto siamo costretti ad accuparcene!

Non abbiamo soluzioni pronte a priori, come sempre siamo contro all'incompetenza diffusa che accomuna gran parte dei politici e dei politicanti dei dintorni. Anche in questo caso siamo per un approccio tecnico andando a vedere nel merito i problemi, partendo proprio da quelli più evidenti sotto le case di tutti. Senza soluzioni predefinite, senza "tabù" , senza progetti preconfezionati da "presentare" ai cittadini.





Tempo d’estate, tempo di cemento

Ancora una volta è nel mezzo della calura estiva che la voglia di cemento delle amministrazioni si fa sentire più forte

 

 

 

E’ ancora vivo il ricordo dello scorso 26 Luglio 2011, quando il comune di Scandiano cercò di approvare in sordina il nuovo piano regolatore, quel PSC ereditato da Giovannetti & Co. tanto complicato e costoso quanto vago ed oggi scarsamente applicabile. Il piano fu approvato, ma di certo non in silenzio, tutto grazie ai Pulcini del Comitato Bosco che in quella concitata seduta del Consiglio Comunale furono l’unica opposizione presente. I consiglieri di minoranza troppo impegnati nei distinguo per salvaguardare la concertazione con la precedente giunta ed i grillini non ancora pervenuti in quel di Scandiano (…forse erano già tutti a Parma!).

 

Ancora una volta è tornata l’estate e col caldo si sa cresce la sete di cemento delle amministrazioni. Ci sono comuni che approvano l’ennesimo piano di urbanizzazione di iniziativa privata (come Reggio E., che proprio non può rinunciare al PUA di Mancasale), altri che cercano di piazzare lotti edificabili per fare cassa (come Albinea nella zona di Borzano e Botteghe e altri che per fortuna ancora tacciono (Scandiano ...).

 

L’edilizia, le opere pubbliche fine a se stesse come motore unico dell’economia, questo è il pensiero unico che domina ancora i nostri politicanti, non è bastata la crisi e tutto quello che ne è seguito per far cambiare modo di pensare. La ricetta rimane sempre e solo una: cazzuola e cemento, senza chiedersi chi mai dovrebbe comprare? O, a cosa dovrebbe servire le nuove infrastrutture?

 

Il modo per far ripartire il sistema è quello invece di sostenere l’economia reale di chi lavora e produce con provvedimenti altrettanto reali e incisivi (cioè mettendoci le risorse ed i soldi oltre che la faccia!). Pensare che solo 3 o 4 anni fa il massimo problema era il troppo traffico nelle strade delle frazioni! Molti oggi quei camion da e per le fabbriche li rimpiangono, come rimpiangono la sicurezza del loro posto di lavoro. Serve una visione di sistema in cui le poche risorse disponibili vengono messe là dove più servono e dove sono in grado di mobilitare virtuosamente altre risorse per il sistema produttivo. Questo serve, altro che nuove urbanizzazioni!



11 Milioni di euro per il territorio


11 Milioni di euro per investimenti sul territorio, è questo il risultato importante portato a casa da "quelli del Pulcino" dopo 4 anni di lavoro.

Gli 11 milioni sono quelli certificati dal preventivo fatto dalla Provincia di Reggio Emilia in sede di tavolo tecnico e si riferiscono ad uno studio preliminare ed all'ipotesi meno costosa, sono quindi il costo più basso ipotizzabile (almeno 11 milioni di euro...).

 Costi bretella

Eravamo partiti con sindaci ed assessori che parlavano di opera necessaria ed imprescindibile, la famosa "superstrada che si lancerà nella campagna" e dopo 4 anni ci si è accorti che non c'era nessuna emergenza, l'opera forse non era neanche così necessaria, forse anzi si potevano fare interventi più utili nell'immediato e lasciare stare la bretella.

E' stata una faticaccia ma una volta affrontato il problema nel merito dei numeri (quanti veicoli passano?, che tipo di traffico c'è?, che alternative ci sono?, serve veramente una nuova strada?) si è riusciti a far farte marcia indietro alla politica delle decisioni già prese ed oggi orgogliosamente possiamo dire che ci sono almeno 11 milioni di euro in più per il nostro territorio, anche se c'è ancora qualcuno che parla di "bretella" e chiede a gran voce soldi pubblici dalla Regione.

Soldi che non sono sarebbero sprecati inutilmente e che pensiamo possano essere invece reclamati dalle amministrazioni locali per opere e politiche veramente utili al rilancio del territorio.

Evitare gli sprechi e riuscire a spendere bene i soldi di tutti è una grande vittoria dei cittadini che si sono impegnati e una sconfitta per utti quelli che dicevano "lasciate stare, tanto se hanno deciso di farla la fanno lo stesso!", questa volta non è andata così!

 

Come usarli? Partecipa al dibattito sul blog del sito del Pulcino

 

Area Riservata

cherry

Gli utenti registrati possono accedere all'area riservata che permette di pubblicare articoli nelle apposite sezioni del sito.

Comitato Bosco

LOGO CB

Il Comitato Bosco è una associazione di cittadini che si impegna per la difesa e lo sviluppo del territorio, la promozione di stili di vita e comportamenti sostenibili, la riduzione dell’inquinamento e la sicurezza stradale.

Your browser doesn't support this tag cloud

Variante Nord

PP VN icona

La Variante Nord rappresenta la soluzione per lo sviluppo della mobilità tra:
Reggio Emilia - Buco del Signore - Due Maestà - Fogliano - Bosco - Pratissolo - Scandiano
Leggi tutto...

PSC Scandiano

DPP 15468

L'approvazione del PSC è ormai avvenuta nel cuore dell'estate, cioè il 26 Luglio 2011, nel solco della migliore tradizione amministrativa che porta ad approvare gli atti importanti quando le persone normali vanno in ferie. Quelli del Pulcino invece no, in ferie non ci vanno (forse non se lo possono più permettere...) e vanno invece in sala del consiglio a contestare vivacemente. Leggi tutto...

Il Bosco del Fracasso

Immagine1-smallContinueremo comunque a lottare affinché il nostro territorio, patrimonio di tutta la comunità, non venga devastato e faremo di tutto per difendere quel poco che resta del Bosco del Fracasso. Se nel frattempo, qualche amministratore illuminato volesse interessarsi al territorio che dovrebbe rappresentare, non ha che da farsi avanti, saremo ben lieti di offrire tutto il nostro aiuto a chiunque voglia valorizzare e proteggere queste terre. Leggi tutto...

JSN Dome template designed by JoomlaShine.com